Supplementi COVID-19: un nuovo studio mostra che la vitamina D potrebbe essere collegata ai tassi di mortalità e infezione di COVID-19
Fonte: Supplementi COVID-19, 8 maggio 2020 3 giorni fa
Supplementi COVID-19 : ricercatori medici britannici dell'Università Anglia Ruskin di Cambridge e del Queen Elizabeth Hospital di Norfolk hanno trovato una correlazione tra bassi livelli medi di vitamina D e un alto numero di casi COVID-19 e tassi di mortalità in 20 paesi europei. Lo studio propone che l'integrazione di vitamina D potrebbe forse aiutare a prevenire le infezioni da COVID-19 e anche a ridurre i tassi di mortalità.
 
Il vasto studio condotto dal Dott. Lee Smith della Anglia Ruskin University (ARU) e dal Dott. Petre Cristian Ilie, capo urologo del Lynn NHS Foundation Trust del Queen Elizabeth Hospital, ha pubblicato i suoi risultati sulla rivista  Aging Clinical and Experimental Research . https://link.springer.com/article/10.1007/s40520-020-01570-8
 
Thailand Medical News aveva riferito sui potenziali meriti degli integratori di vitamina D per COVID-19 in un precedente articolo: https://www.thailandmedical.news/news/covid-19-tips-dietary-supplements-useful-for-fighting- off-covid-19-but-be -ware-of-vitamin-iv-drip-truffe In
 
passato studi osservazionali hanno riportato un'associazione tra bassi livelli di vitamina D e suscettibilità alle infezioni acute del tratto respiratorio. La vitamina D modula la risposta dei globuli bianchi, impedendo loro di rilasciare troppe citochine infiammatorie. Il virus COVID-19 è noto per causare un eccesso di citochine pro-infiammatorie. https://www.cambridge.org/core/journals/epidemiology-and-infection/article/epidemic-influenza-and-vitamin-d/C4D90C6E7CB127E6DF7A52D3A9EE2974 ehttps://www.bmj.com/content/356/bmj.i6583 e https://www.mdpi.com/1422-0067/19/8/2419
 
Sia l'Italia che la Spagna hanno entrambi registrato alti tassi di mortalità COVID-19 e la nuova ricerca mostra che entrambi i paesi hanno livelli medi di vitamina D più bassi rispetto alla maggior parte dei paesi dell'Europa settentrionale. Questo in parte perché le persone nell'Europa meridionale, in particolare gli anziani, evitano il sole forte, mentre la pigmentazione della pelle riduce anche la sintesi naturale di vitamina D. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7616799
 
È stato osservato che i livelli medi più alti di vitamina D si trovano nel nord Europa, a causa del consumo di olio di fegato di merluzzo e di supplementi di vitamina D, e forse di una minore riduzione del sole. Le nazioni scandinave sono tra i paesi con il numero più basso di casi COVID-19 e tassi di mortalità pro capite in Europa.
 
Il co-autore, Dr Lee Smith, Reader in Physical Activity and Public Health presso la Anglia Ruskin University, ha dichiarato a Thailand Medical News: "Abbiamo trovato una significativa relazione grezza tra i livelli medi di vitamina D e il numero di casi COVID-19, e in particolare COVID-19 tassi di mortalità, pro capite tra i 20 paesi europei ".
 
Ha aggiunto: "La vitamina D ha dimostrato di proteggere dalle infezioni respiratorie acute, e gli adulti più anziani, il gruppo più carente di vitamina D, sono anche quelli più gravemente colpiti da COVID-19".
 
Il dott. Smith ha inoltre aggiunto: "Uno studio passato ha scoperto che il 75% delle persone nelle istituzioni, come ospedali e case di cura, era gravemente carente di vitamina D. Suggeriamo che sarebbe consigliabile eseguire studi dedicati guardando i livelli di vitamina D in COVID- 19 pazienti con diversi gradi di gravità della malattia. " Https://link.springer.com/article/10.1007%2Fs00198-003-1390-7 e https://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJM19970904337100003
 
L'urologo capo del Queen Elizabeth Hospital King's Lynn NHS Foundation Trust, Dr Petre Cristian Ilie, ha dichiarato: "Il nostro studio presenta tuttavia delle limitazioni, anche perché il numero di casi in ciascun paese è influenzato dal numero di test eseguiti, nonché dal misure diverse adottate da ciascun paese per prevenire la diffusione dell'infezione. Infine, e soprattutto, bisogna ricordare che la correlazione non significa necessariamente causalità ".
 
Mentre l'integrazione di vitamina D potrebbe essere utile, Thailand Medical News avverte tutti i lettori di consultare un medico autorizzato prima di intraprendere qualsiasi protocollo di integratore e anche quando si procurano integratori dietetici e nutrizionali, stare sempre lontano dai marchi asiatici e procurarsi solo quelli fabbricati negli Stati Uniti, UK,Australia o Canada a causa di una migliore qualità e controlli regolamentari in questi paesi.
 
Liberamente tradotto da https://www.thailandmedical.news/news/covid-19-supplements-new-study-shows-vitamin-d-could-be-linked-to-covid-19-mortality-and-infection-rates dell' 8 aprile 2020.
Si consiglia di consultare il medico prima di assumere qualsiasi integrator o farmaco.
 
Altri link inerenti la correlazione tra bassi livelli di Vitamina D e covid-19 : 
 
https://www.researchsquare.com/article/rs-21211/v1
https://www.mdpi.com/2072-6643/12/4/988/htm 
https://www.cebm.net/covid-19/vitamin-d-a-rapid-review-of-the-evidence-for-treatment-or-prevention-in-covid-19/
https://www.sciencealert.com/covid-deaths-are-being-linked-with-vitamin-d-deficiency-here-s-what-that-means
https://vitamindwiki.com/COVID-19+Coronavirus+can+most+likely+be+fought+by+Vitamin+D
https://clinicaltrials.gov/ct2/show/NCT04344041
https://www.medrxiv.org/content/10.1101/2020.04.08.20058578v3
https://www.sciencedaily.com/releases/2020/05/200507121353.htm
https://www.psychologytoday.com/us/blog/suffer-the-children/202005/vitamin-d-and-covid-19
https://scitechdaily.com/vitamin-d-linked-to-low-coronavirus-death-rate/
https://www.usnews.com/news/health-news/articles/2020-05-08/healthy-vitamin-d-levels-could-be-linked-to-covid-19-survival
https://www.bmj.com/content/369/bmj.m1548/rr-6 
https://www.healthline.com/nutrition/immune-boosting-supplements
https://www.fmed.eu/en/can-vitamin-d-help-against-coronavirus-infection/
https://www.preprints.org/manuscript/202003.0235/v1
https://www.dw.com/en/vitamins-are-essential-in-the-fight-against-covid-19/a-53360766
https://hospitalhealthcare.com/covid-19/is-vitamin-d-an-important-biomarker-for-symptom-severity-in-covid-19/
https://www.nutritioninsight.com/news/researchers-advocate-vitamin-d-supplementation-for-vulnerable-covid-19-groups.html
https://www.medrxiv.org/content/10.1101/2020.04.08.20058578v3
https://www.nutraingredients.com/Article/2020/04/28/Clear-link-between-vitamin-D-deficiency-and-severity-of-coronavirus-says-researchers
https://www.youtube.com/watch?v=xct2CQ-G1cI
https://www.researchgate.net/publication/340409592_Evidence_that_Vitamin_D_Supplementation_Could_Reduce_Risk_of_Influenza_and_COVID-19_Infections_and_Deaths
https://www.healtheuropa.eu/vitamin-supplements-effective-for-fighting-covid-19/99573/
https://tilda.tcd.ie/publications/reports/pdf/Report_Covid19VitaminD.pdf
https://www.unboundmedicine.com/medline/citation/32252338/Evidence_that_Vitamin_D_Supplementation_Could_Reduce_Risk_of_Influenza_and_COVID-19_Infections_and_Deaths