Come la radice di valeriana ti aiuta a rilassarti e dormire meglio

La radice di valeriana viene spesso definita "Valium della natura". In effetti, questa erba è stata utilizzata fin dall'antichità per favorire la tranquillità e migliorare il sonno. Sebbene abbia ricevuto molta attenzione positiva, sono state sollevate anche domande sulla sua efficacia e sicurezza. Questo articolo delinea i vantaggi della valeriana, esplora le preoccupazioni sulla sua sicurezza e fornisce indicazioni su come assumerla per ottenere i migliori risultati.

 

 

Cos'è la radice di valeriana?

La Valeriana officinalis , comunemente nota come valeriana, è un'erba originaria dell'Asia e dell'Europa. Ora è coltivata anche negli Stati Uniti, in Cina e in altri paesi. I fiori della pianta di valeriana venivano usati secoli fa per creare profumi  e la porzione di radice è stata utilizzata nella medicina tradizionale per almeno 2000 anni. A differenza dei suoi fiori delicatamente profumati, la radice di valeriana ha un odore terroso molto forte a causa degli oli volatili e di altri composti responsabili dei suoi effetti sedativi. È interessante notare che il nome "valeriana" deriva dal verbo latino valere , che significa "essere forte" o "essere sano". L'estratto di radice di valeriana è disponibile come integratore in capsule o in forma liquida. Può essere consumato anche come tè.

Come funziona?

La radice di valeriana contiene una serie di composti che possono favorire il sonno e ridurre l'ansia . Questi includono acido valerenico, acido isovalerico e una varietà di antiossidanti. La valeriana ha ricevuto attenzione per la sua interazione con l'acido gamma-amminobutirrico (GABA), che aiuta a regolare gli impulsi nervosi nel cervello e nel sistema nervoso. I ricercatori hanno dimostrato che bassi livelli di GABA correlati allo stress acuto e cronico sono legati all'ansia e al sonno di bassa qualità. È stato scoperto che l'acido valerenico inibisce la degradazione del GABA nel cervello, provocando sensazioni di calma e tranquillità. Questo è lo stesso modo in cui funzionano i farmaci anti-ansia come il Valium e lo Xanax.

La radice di valeriana contiene anche gli antiossidanti esperidina e linarina, che sembrano avere proprietà sedative e che migliorano il sonno. Molti di questi composti possono inibire un'attività eccessiva nell'amigdala, una parte del cervello che elabora la paura e forti risposte emotive allo stress. Inoltre, i ricercatori hanno dimostrato che l'acido isovalerico può prevenire contrazioni muscolari improvvise o involontarie simili all'acido valproico, un farmaco usato per trattare l'epilessia.

La radice di valeriana può aiutarti a rilassarti

Mantenere la calma mentre si è sotto stress può essere difficile. La ricerca suggerisce che la radice di valeriana può aiutare ad alleviare i sentimenti di ansia che si verificano in risposta a situazioni stressanti.  Uno studio condotto in adulti sani, ha trovato che una combinazione di valeriana e limone  ha ridotto l'ansia. Tuttavia, una dose estremamente elevata del supplemento ha effettivamente aumentato i livelli di ansia.

Oltre a diminuire l'ansia in risposta allo stress acuto, la radice di valeriana può anche aiutare con condizioni croniche caratterizzate da comportamenti ansiosi, come il disturbo d'ansia generalizzato o il disturbo ossessivo-compulsivo (DOC). In uno studio controllato di otto settimane su adulti con DOC, il gruppo che ha assunto l'estratto di valeriana su base giornaliera ha mostrato una significativa riduzione dei comportamenti ossessivi e compulsivi rispetto al gruppo di controllo. Inoltre, a differenza di molti dei farmaci comunemente usati per trattare il disturbo ossessivo compulsivo, la valeriana non ha causato effetti collaterali significativi.

Un altro studio suggerisce che i bambini che hanno difficoltà a mantenere la concentrazione o sperimentano comportamenti iperattivi possono trarre beneficio dalla valeriana. In questo studio controllato su 169 bambini delle scuole elementari, una combinazione di valeriana e melissa ha migliorato la concentrazione, l'iperattività e l'impulsività di oltre il 50% tra i bambini con i sintomi più gravi.

La radice di valeriana può aiutarti a dormire meglio

I disturbi del sonno sono estremamente comuni. Si stima che circa il 30% delle persone soffra di insonnia, il che significa che hanno difficoltà ad addormentarsi, rimanere addormentati o ottenere un sonno ristoratore di alta qualità. La ricerca suggerisce che l'assunzione di radice di valeriana può ridurre il tempo necessario per addormentarsi, oltre a migliorare la qualità e la quantità del sonno. In uno studio controllato su 27 adulti giovani e di mezza età con difficoltà di sonno, 24 persone hanno riportato un miglioramento del sonno e 12 di quelli hanno avuto un "sonno perfetto" dopo aver assunto 400 mg di radice di valeriana. Il sonno a onde lente, noto anche come sonno profondo, è importante per riparare e ricaricare il tuo corpo in modo da svegliarti sentendoti riposato ed energico. Uno studio su adulti con insonnia ha scoperto che una singola dose di valeriana ha permesso loro di raggiungere un sonno profondo il 36% più velocemente. Inoltre, il tempo trascorso nel sonno profondo è aumentato durante 14 giorni di assunzione di valeriana . La valeriana può anche aiutare le persone che soffrono di insonnia dopo aver interrotto l'assunzione di benzodiazepine, farmaci sedativi che possono portare alla dipendenza nel tempo. In uno studio su persone che presentavano sintomi di astinenza correlati alla sospensione delle benzodiazepine dopo un uso a lungo termine, sono stati riportati miglioramenti significativi nella qualità del sonno dopo due settimane di trattamento con valeriana.

Sebbene la maggior parte delle ricerche sugli effetti della valeriana sul sonno sia stata condotta negli adulti, ci sono alcuni studi che suggeriscono che anche i bambini che hanno problemi a dormire possono trarne beneficio . In un piccolo studio di otto settimane su bambini con ritardo dello sviluppo e disturbi del sonno, la valeriana ha ridotto il tempo necessario per addormentarsi, aumentato il tempo totale di sonno e portato a una migliore qualità del sonno. Tuttavia, sebbene revisioni sistematiche di diversi studi abbiano concluso che la valeriana è sicura, alcuni ricercatori ritengono che non ci siano prove sufficienti per confermare che sia più efficace per i disturbi del sonno rispetto a un placebo.

Altri vantaggi della radice di valeriana

C'è meno ricerca pubblicata sugli effetti su altre condizioni. Tuttavia, alcuni studi suggeriscono che la radice di valeriana può fornire benefici per:

•Menopausa: uno studio su donne in menopausa ha riscontrato riduzioni significative della gravità delle vampate di calore e modeste riduzioni della frequenza delle vampate di calore durante otto settimane di trattamento con 765 mg di valeriana al giorno

•Problemi mestruali: le donne che soffrono di sindrome premestruale (PMS) o mestruazioni dolorose possono trarre beneficio dalla valeriana. Uno studio ha scoperto che ha migliorato i sintomi fisici, emotivi e comportamentali della sindrome premestruale.

•Sindrome delle gambe senza riposo: uno studio di otto settimane su persone con sindrome delle gambe senza riposo ha dimostrato che l'assunzione di 800 mg al giorno ha migliorato i sintomi e ridotto la sonnolenza diurna.

 

Ci sono effetti avversi?

La valeriana ha dimostrato di essere notevolmente sicura per la maggior parte delle persone. Gli studi hanno scoperto che non causa cambiamenti negativi nel DNA, né interferisce con la terapia del cancro nei pazienti che la assumono per alleviare l'ansia e favorire il sonno. Inoltre, non sembra influenzare le prestazioni mentali o fisiche se usato come indicato. Uno studio non ha rilevato differenze nel tempo di reazione mattutino, nell'attenzione o nella concentrazione nelle persone che hanno assunto la valeriana la sera prima. A differenza di molti farmaci anti-ansia o per dormire, la valeriana non sembra causare problemi di dipendenza dall'uso regolare o sintomi di astinenza se viene interrotta. Sebbene gli effetti collaterali siano rari, è stato segnalato che la valeriana causa mal di testa, mal di stomaco e vertigini in alcuni casi. Ironia della sorte, è stata segnalata persino l'insonnia, sebbene questo sia raro. Se hai una malattia del fegato o un'altra grave condizione medica, è importante parlare con il tuo medico se è sicuro per te prendere la valeriana. Si consiglia inoltre alle donne incinte e ai bambini di età inferiore a tre anni di non assumere la valeriana senza controllo medico poiché i potenziali rischi per questi gruppi non sono stati valutati.

Come prendere la radice di valeriana per massimizzare i benefici

La maggior parte degli studi su persone con difficoltà a dormire utilizzavano 400-900 mg di estratto di valeriana, che ha dimostrato di essere un dosaggio sicuro ed efficace. Per i migliori risultati, prendilo da 30 minuti a due ore prima di andare a dormire. Tieni presente che il dosaggio più elevato potrebbe non essere sempre il migliore. Uno studio ha rilevato che l'assunzione di 450 mg o 900 mg di radice di valeriana durante la notte ha aiutato le persone ad addormentarsi più velocemente e ha migliorato la qualità del sonno. Tuttavia, la dose di 900 mg era collegata alla sonnolenza la mattina seguente. Un'alternativa alle capsule è preparare un tè utilizzando 2-3 grammi di radice di valeriana essiccata, immersa in acqua calda per 10-15 minuti. La ricerca suggerisce che la valeriana è più efficace una volta che l'hai presa regolarmente per almeno due settimane e poi continui a prenderla per altre due o quattro settimane. Poiché la valeriana può causare sonnolenza, è importante non prenderla se prevedi di guidare, utilizzare macchinari pesanti o svolgere lavori o altre attività che richiedono attenzione.

Per l'ansia, prendi una dose minore di 120-200 mg tre volte al giorno durante i pasti, con l'ultima dose appena prima di coricarti. L'assunzione di dosi maggiori durante il giorno potrebbe provocare sonnolenza. È importante notare che alcol , farmaci sedativi o anti-ansia, erbe e altri integratori non dovrebbero mai essere assunti con la valeriana perché può aumentare i loro effetti depressivi.

 

La valeriana è un'erba che può aiutare a migliorare il sonno, favorire il rilassamento e ridurre l'ansia. Sembra essere sicuro e non crea dipendenza se assunto al dosaggio raccomandato. In alcuni casi, potrebbe essere in grado di sostituire le benzodiazepine e farmaci simili. Tuttavia, è importante parlare con il medico prima di prendere la valeriana, soprattutto se stai assumendo altri farmaci o hai una grave condizione di salute. Mentre gli studi suggeriscono che molte persone ottengono ottimi risultati con la valeriana, altri potrebbero non vedere gli stessi miglioramenti. Tuttavia, data la sua sicurezza e i potenziali benefici, potresti provare la valeriana se hai problemi di sonno o ansia.

Può solo migliorare il sonno, l'umore e la capacità di affrontare lo stress.

 

Riferimenti:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

http://www.sciencedirect.com/s...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...